Zeus in latino Jupiter, è il re italico degli dei. I romani lo identificarono con il greco Zeus.
Figlio del dio Saturno e della titana Rea, ha sposato Giunone dea della maternità e del matrimonio.
E' il dio del fulmine, garante della fedeltà dei trattati romani. A lui i vincitori delle guerre portavano la corona trionfale, consacrandogli le vittime sacrificali (solitamente, tori bianchi). Tutti gli imperatori romani si ponevano alla protezione di Giove, ed alcuni di essi affermavano di esserne la reincarnazione.

Zeus e Giunone ebbero 2 figli prediletti immortali e successori di zeus nell'olimpo, ma la mitologia greca, e varie tracce archeologiche  ci raccontano  anche di un terzo figlio prediletto,  Felius  nato dall'unione  della potenza del fulmine e dell'ira del mare al quale venne dato un incarico importante da svolgere sulla terra. Conquistare la terra, non dall'olimpo (cosa riservata solo a Zeus) ma dalla terra stessa, e come mortale.

Cosi' Felius venne scagliato neonato sulla terra, raccolto da due contadini fu allevato con amore ma con  modestia di mezzi.

Divenne un giovane affascinante e molto forte tanto che molte giovani fanciulle si invaghivano di lui.  Ben presto per i suoi poteri che mano a mano che cresceva aumentavano di potere, divenne famoso  su tutta la terra.

Al compimento del 18* anno d'eta' Zeus decise di inviare Pegaso sulla terra per convincere Felius

a raggiungere la sua famiglia per prendere il suo posto nell'olimpo.  Ma Felius per amore di una donna decise di rinunciare all'immortalita' ed al suo posto nell'olimpo.

La leggenda narra che ogni  volta che Zeus pensa al Figlio prefiletto perduto Felius , dal dolore, priva un mortale della memoria

 

si deduce che Felius invece di diventare un Dio immortale , decise di rimanere sulla terra a causa dell’amore per una donna ecco il perché FELIUS N.P.C.( NON PUO’ CIRCOLARE )….